Chi sono

 

Nannarè

Mi chiamo Riccardo Sanna, sono nato a Roma il 26 aprile del 1966 e vivo a San Saba. Secondo di tre fratelli, ho iniziato giovanissimo a girare il mondo per seguire i miei nella carriera diplomatica. Ho vissuto in Sudafrica, Belgio e Francia e ho compiuto gli studi alternando compagni, scuole e lingue, esperienza preziosa per la mia crescita personale e professionale che ha alimentato ed affinato la passione per la poesia e la scrittura.
Rientrato a Roma, mi sono diplomato al Di Vittorio; la strada tuttavia era scritta e mi ha condotto ad assecondare l’ambizione di raccontare e raccontarmi, appunto, scrivendo. Numerose sono le poesie che fin da ragazzo ho composto, raccolte in volumetti di buon successo. Ho scritto un romanzo che racconta di azzardo, razzismo, dolore, amore e riscatto.
Parlo e scrivo perfettamente francese e inglese, mi dedico all’attività di traduttore, sono autore di testi di canzoni e, curioso di mondo e persone, scrivo pubblicando articoli su vari temi di attualità. Nutro un moderato amore per il football di cui descrivo bellezza e miserie – ho scritto un saggio su calcio e possibilità educative con la prefazione di Claudio Ranieri.
Ho ricevuto vari premi e riconoscimenti; l’ultimo il 7 aprile 2017 in Campidoglio dove una mia poesia (Brutta faccènna, ‘a guera) si è aggiudicata il primo posto nella sezione dedicata alle poesie in romanesco ed il secondo in Italia nella sezione dedicata alla poesia in dialetto.