Nottetempo

E giunse la notte raccolta in un trillo
Di carro e di stella cantava nel buio

Lanciava lo sguardo fin dopo le chiare
La luna con gli occhi fendeva nel mare

I monti di sguincio zaffavan la sponda
La voce del vento suonava la tromba

Poi tutti sul manto a dare una mano
Di scatto l’applauso nasceva lontano

Raggiunto il silenzio che stava a russare 
Un lampo di luce si vide arrivare

Il sole dal sale salpava le vele
Sornione da solo non volle bussare

Svelò lamentele, udì borbottare
La vita notturna dovette rientrare…

luna-lago

Add a comment

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...