All’ombra dell’Umbria

Ho adagiato all’ombra dell’Umbria i miei ricordi, giocando a nascondino con il sole.

In un valzer di papaveri ho ascoltato la voce del vento, mentre l’acqua scrosciava a tamburo sulla pelle marmorea della fonte incisa lassù.

La fronte è stata prateria piena d’estate – e state attenti non parlo d’insolazione, ma di un istante durato in eterno.

All’ombra dell’Umbria un filo d’erba ha ricucito l’anima alla vita, come quando nonna dipingeva di carezze il volto di papà.

C’è quiete lassù, pace verde mai al verde di sentimenti, altalena fra cielo e terra a pochi giri di carosello dalla felicità.

Ho adagiato all’ombra dell’Umbria i miei ricordi, lasciando ai battiti di farfalla la chiave per entrare nel cuore…

20170901_164023

Add a comment

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...